Vi segnalo una notizia dal sito dell’Asca: il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, lancia l’allarme sul calo degli investimenti in infrastrutture. Condivido pienamente, anche perché un Paese che non progetta infrastrutture si priva di una parte del proprio futuro.

ANCE: MARCEGAGLIA, SERVE GRANDE RITORNO A INVESTIRE IN INFRASTRUTTURE
(ASCA) – Torino, 5 nov – ”Le infrastrutture sono un asset strategico del paese. Hanno bisogno di un forte rilancio, di un grande ritorno ad investire. Dobbiamo recuperare competitivita’ attraverso questi investimenti. E la nostra attenzione al settore sara’ sempre massima”. E’ quanto ha sostenuto la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia in un videomessaggio inviato oggi al convegno Ance di Torino.

La Presidente di Confindustria ha ricordato i progressi del sistema ferroviario, autostradale e portuale, ma anche i ritardi rispetto agli altri paesi europei. Nel settore ferroviario, ad esempio, siamo indietro rispetto a Spagna, Francia e Germania, nelle autostrade si e’ perso un invidiabile primato europeo. Lo sviluppo del settore delle costruzioni e’ sempre stato profondamente legato alla crescita del Paese, l’ha accompagnata e sostenuta, ha ricordato Marcegaglia, e le proposte per il superamento della crisi non possono tralasciare il settore, che versa in una situazione critica e a rischio di aggravamento con la possibile restrizione del credito. Marcegaglia ha ricordato che, dopo aver riservato un ruolo importante al settore nel documento di 5 punti per rilanciare il paese, Confindustria, assieme ad Ance, sta lavorando a un ”set di proposte e di richieste specifiche”, che vanno dalle risorse alle grandi semplificazioni, alle regole certe per chi opera nel settore.

”Le infrastrutture – ha sottolineato Marcegaglia – hanno potenzialita’ anticicliche e aumentano produttivita’ e competitivita”’. La presidente di Confindustria, affermando in conclusione che ”la crescita deve passare da maggiori investimenti in edilizia e costruzioni”, ha ricordato che anche la riqualificazione delle citta’ puo’ essere uno straordinario driver di crescita.

eg/sam/ss

nn1