L’energia è la vera scommessa del nostro secolo. Siamo abituati da tempo, oramai, a confrontarci con il bisogno di nuove tecnologie che rendano l’energia sempre più verde e sostenibile e con quelle che ci consentano di gestirla al meglio e di risparmiarne il più possibile.

Per questo mi ha molto colpito il concorso EnergicaMente, lanciato in queste settimane da Giunti Progetti Educativi e Legambiente, che ha coinvolto oltre 6.300 alunni, 300 insegnanti e 127 scuole in Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Veneto e per la prima volta anche in Sicilia, con l’obiettivo di promuovere il risparmio energetico e le fonti rinnovabili, contribuire a migliorare gli stili di vita, informare i giovani e le loro famiglie.

I miei complimenti vanno alla classe di Catania che è stata premiata per la sezione rivolta ai ragazzi, chiamati a elaborare un messaggio efficace sul tema del risparmio energetico.

La loro idea di una Smart BEE BOP, cioè un’ape robot alimentata con energia solare che potrebbe essere utilizzata per l’irrigazione “intelligente” dei campi di agrumi siciliani, certamente va nella direzione di migliorare l’efficienza della distribuzione idrica e di evitare sprechi e inquinamento.

Chi, come imprenditore, si confronta ogni giorno sul campo con questi temi, crede che il vero cambiamento parta dalla base. E i ragazzi sanno esserlo in maniera meravigliosa. Complimenti!