Essere definiti “un modello positivo da esportare” ci inorgoglisce. Siamo fieri di tutti nostri i collaboratori e le maestranze che dimostrano ogni giorno impegno e professionalità costante, permettendoci di portare avanti un’opera così importante con l’obiettivo di terminarla in anticipo sui tempi previsti

ANSA) – MORANO CALABRO (COSENZA), 8 NOV – “Soddisfazione
per la qualità dei lavori e per i ritmi produttivi, che fanno
prevedere anche un significativo anticipo nei tempi di
consegna”. Questo il commento dei vertici dell’Anas dopo il
sopralluogo di oggi nel cantiere Asr20 sull’autostrada
Salerno-Reggio Calabria.
L’appalto, assegnato da Anas all’Associazione temporanea
d’imprese Uniter Consorzio Stabile Arl-Cometal Spa, nell’ambito
del quale l’azienda siciliana Tecnis Spa detiene una quota
maggioritaria, riguarda un tratto di circa 11 chilometri. In
termini tecnici si tratta della parte terza del Macrolotto 3 e
riguarda la progettazione esecutiva e l’adeguamento al tipo 1/a
delle norme Cnr 80 dell’intero tratto di arteria. Alla visita,
organizzata nell’ambito di una visita istituzionale dell’Anas in
tutti i lotti della A3 – alla quale inizialmente ha partecipato
anche il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli – erano
presenti anche l’amministratore dell’Anas, Pietro Ciucci, il
condirettore generale Tecnica, Gavino Coratza, il vicedirettore
Tecnica, Alfredo, il direttore generale della relazioni esterne
e rapporti istituzionali, Giuseppe Scanni. I dirigenti Anas sono
stati accolti dai rappresentanti del management aziendale:
Renato Di Simone (Direzione centrale Cogip), Giuseppe Miceli
(direttore di commessa) e Giuseppe Cavallaro (direttore di
cantiere).
“Dopo una sosta – è scritto in una nota – al campo base del
cantiere a Morano Calabro, dove è stato illustrato l’intero
progetto attraverso tavole e rendering, la delegazione Anas e i
rappresentanti di Tecnis hanno iniziato la visita vera e propria
percorrendo l’intero tratto oggetto dei lavori e aggiornando in
tempo reale sullo stato dell’arte di ogni singolo fronte di
lavoro. Al termine della visita soddisfazione è stata espressa
dai dirigenti Anas e dai rappresentanti dell’azienda: il
cantiere dell’Asr 20, recentemente definito “un modello
positivo da esportare a livello nazionale” dal segretario
nazionale di Fillea-Cgil, prosegue speditamente e con un modello
produttivo all’insegna della sicurezza e della riduzione
dell’impatto ambientale”. (ANSA).