Cogip Group parteciperà al bando “ISI 2011: incentivi alle imprese che migliorano i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro“. Il progetto è stato presentato stamani presso la sede di Confindustria di Catania dal Presidente Domenico Bonaccorsi congiuntamente con Giuliana Divino, della Direzione Provinciale INAIL. A rappresentare la Cogip, il responsabile Sicurezza Ing.Michele Ranno e il responsabile Ufficio del Personale rag.Domenico Fisichella. Durante la conferenza stampa è stato illustrato il bando Bando ISI 2011 che ha l’obiettivo di incentivare le Imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di Salute e Sicurezza sul lavoro.Per miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro si intende il miglioramento documentato delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali. Le Aziende potranno presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia Autonoma. Hanno partecipato inoltre Giuseppe Rizzo, presidente comitato consultivo provinciale; Rosa Scialabba, responsabile prevenzione e sicurezza Inail; Carmelo Gargano e Genoveffa Giaquinta, direzione reglionale Inail.

INCIDENTI LAVORO:CONFINDUSTRIA ETNEA, SICUREZZA E’ CENTRALE

(ANSA) – CATANIA, 16 FEB – Incentivi alle imprese che
realizzano investimenti finalizzati al miglioramento dei livelli
di salute e di sicurezza sui luoghi di lavoro. Sedici milioni di
euro dei 205 complessivi è il budget regionale assegnato alla
Sicilia dal bando “Isi Inail 2011”,  presentato questa mattina
nella sede di Confindustria Catania dai vertici dell’Istituto.
L’incentivo consiste in un contributo in conto capitale pari al
50 per cento delle spese sostenute per i progetti, e varia  da
un minimo di 5 mila ad un massimo di 100 mila euro. Per le
imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per
l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
non vi è invece alcun tetto minimo di spesa.
“La questione sicurezza – ha spiegato il presidente di
Confindustria Catania Domenico Bonaccorsi di Reburdone – rimane
un tema centrale per lo sviluppo. Nel nostro territorio continua
a persistere una situazione allarmante rispetto alla quale non
possiamo abbassare la guardia”. Durante l’incontro si è
parlato dell’ultimo rapporto Inail 2010, dal quale emerge in
Sicilia un andamento complessivo degli infortuni sostanzialmente
stabile, con 34.285 casi denunciati, dati in sensibile
diminuzione rispetto al 2009 (34.323). Catania, in
controtendenza, fà registrare un alto tasso di incidenti
mortali concentrati soprattutto nel settore edile e agricolo (19
nel 2011).
“Il nostro obiettivo – ha aggiunto Bonaccorsi – quando si
parla di incidenti sul lavoro è ovviamente la cifra zero. Oggi
abbiamo più strumenti che ci consentono di lottare contro la
piaga degli infortuni e vogliamo che le imprese ne facciano buon
uso”.(ANSA).